Tag

, , , , , , , , , , , ,

Foto Unipol Ideas 19 maggio 2014 (5)Come anticipato, lunedì 19 a Milano si è tenuto “Unipol Ideas: il programma di accelerazione del Gruppo Unipol”, l’evento promosso per presentare l’omonimo progetto sviluppato dal Gruppo Unipol in collaborazione con Make a Cube.
Promuovere e sostenere dieci startup, attraverso la partecipazione ad un programma di accelerazione di 2 mesi a Bologna, con la possibilità di altri 4 mesi di accompagnamento, di entrare nell’Albo Fornitori del Gruppo e di poter ottenere un ulteriore finanziamento: queste le finalità del progetto.


Sul palco la padrona di casa, Debora Rosciani di Radio24, accoglie nel suo salotto varie personalità, che si alternano in quella che sembra più una chiacchierata informale.
Si inizia presentando “Culturability – Fare insieme cooperativa”, il bando lanciato nel 2013 dalla Fondazione Unipolis per promuovere la responsabilità sociale e la sostenibilità della cultura, bando cui hanno partecipato oltre 800 team provenienti da tutta Italia e grazie al quale hanno visto la luce a gennaio ben 15 startup attive in campo culturale e creativo.
Foto Unipol Ideas 19 maggio 2014 (11)

Perluigi Stefanini, Presidente del Gruppo Unipol, vorrebbe ripetere il successo di Culturability grazie a Unipol Ideas, con cui riconosce l’importanza di alimentare l’innovazione, continuando a sostenere le startup più meritevoli questa volta in campo sociale. Perché, come sottolinea Paola Dubini, Direttore del corso di laurea in Economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione dell’Università Bocconi, le startup sociali creano legami forti con il territorio.
Renzo Avesani, Direttore Area Risk Management e Ricerca e Sviluppo, aggiunge che con Unipol Ideas si vuole dimostrare quanto sia fondamentale il rapporto tra industria e ricerca. L’innovazione sociale avviene seguendo da vicino i processi produttivi.

Foto Unipol Ideas 19 maggio 2014 (10)

Carlo Cimbri, AD del Gruppo Unipol e Stefano Firpo, Capo della Segreteria tecnica del Ministro dello Sviluppo Economico, si soffermano su uno dei problemi più grossi dell’impresa: la fiscalità.
Sul palco, insieme a Olivier Bremer, Fondatore e Country Manager Italia e Germania di Blablacar, anche Massimo Memmola di MediaHospital®, che racconta come la nostra piattaforma sia interamente finanziata dal mercato, ragion per cui deve fare quotidianamente i conti con le esigenze del business plan e dei clienti. Il valore di un incubatore di imprese è tutto nelle competenze e nelle relazioni che riesce a trasmettere.
Secondo Memmola il segreto di un’esperienza di successo è solo uno: “Credeteci sempre: è la cosa più importante”.