Tag

, , , , , , ,

Alessandra Tzannis

Dopo che Massimo Memmola ci ha raccontato la storia di MediaHospital, Alessandra Tzannis, membro del CDA e responsabile del Centro Studi, ci presenta l’azienda.

Cosa s’intende con “l’azienda MediaHospital”?
MediaHospital è una piattaforma tecnologica per la teleriabilitazione, ma è anche una vera e propria azienda e, come tale, a differenza di alcuni concorrenti, per funzionare necessita di competenze di carattere tecnico-manageriale, organizzativo, gestionale, di governo del progetto stesso, di team working, nonché amministrative e contabili, di comunicazione e marketing. Competenze che sono state sviluppate nel tempo all’interno di MediaHospital grazie ad un team interdisciplinare. L’altra componente che permette di distinguere MediaHospital dai competitor è quella clinica: lavorando gomito a gomito con le strutture e i professionisti sanitari abbiamo potuto definire un protocollo clinico terapeutico specifico a seconda del tipo di patologia presa in considerazione e modellare i contenuti della piattaforma sulla base delle reali esigenze cliniche dei pazienti e di chi è chiamato ad occuparsi quotidianamente di essi. L’importanza della componente clinica è provata anche dalla presenza nella nostra squadra di una psicologa, la dottoressa Chiara Di Nuzzo, che ha il compito specifico di svolgere il coordinamento clinico.

MediaHospital è un’azienda che ha all’interno un Centro Studi: di cosa si tratta e perché questa scelta?
Forti del supporto e dell’interesse delle strutture con cui collaboriamo, abbiamo deciso di inserire anche questa attività all’interno della soluzione MediaHospital. Oltre ad essere una piattaforma multimediale accattivante, innovativa e con una forte componente motivazionale per i pazienti, MediaHospital è anche uno strumento con un solido razionale clinico. Il Centro Studi si colloca sia a monte che a valle del processo riabilitativo proposto dalle strutture partner: a monte esso ha una vera e propria funzione di scouting della letteratura clinico-manageriale a supporto dei progetti di ricerca che possono delinearsi volta per volta con le strutture sanitarie in merito ad ogni singola patologia di interesse; a valle esso rappresenta il veicolo informativo, conoscitivo e divulgativo dei risultati delle sperimentazioni che ci vedono coinvolti. Idealmente esso vorrebbe avere l’obiettivo di redigere articoli nazionali e internazionali, siano essi per convegni o riviste di settore, sia di stampo manageriale che clinico, portando il contributo di MediaHospital ai percorsi clinici assistenziali di continuità di cura.
In che modo il Centro Studi può aiutare MediaHospital a crescere?
L’attività del Centro Studi è triplice:
internamente esso supporta il percorso informativo-conoscitivo che dà vita al canale educativo della piattaforma, ovvero quel canale preposto allo studio e alla costruzione delle scuole sulle diverse patologie. Può inoltre collaborare attivamente a supporto delle attività di marketing e comunicazione, nonché essere il punto di raccolta delle attività innovative dello sviluppo prodotti.
esternamente con le strutture sanitarie il Centro Studi costruisce i progetti di ricerca che vengono messi in atto in collaborazione con le strutture sanitarie. Tale attività si colloca nell’ottica dello sviluppo degli adattamenti specifici della piattaforma, che non possono prescindere da un primo momenti di indagine del background della letteratura. In fase di chiusura degli specifici progetti, poi, dà visibilità ai risultati raggiunti.
esternamente esso opera una divulgazione manageriale-clinica su alcuni temi di ricerca tipici dell’ambito di operatività dell’azienda, quali telemedicina, riabilitazione, innovazione tecnologica a supporto dei percorsi di cura e assistenza, innovazioni di servizio e di processo in ambito sanitario; monitora i bandi e i progetti di interesse nazionale e europeo; funge da catalizzatore di interessi per i professionisti di settore, siano essi manager o clinici, ma anche per i ricercatori e gli studenti, offrendo importanti spunti per tesi di laurea o pubblicazioni, visto il background universitario della sottoscritta.
Il Centro Studi trova la sua ragione d’essere nella nostra convinzione che per un’azienda come MediaHospital, che ha l’ambizione di portare il proprio contributo, piccolo o grande che sia, ai processi di riabilitazione motoria, respiratoria e neuro-cognitiva, non vi possa essere crescita senza solide basi scientifiche e culturali, continui studi, aggiornamenti e condivisione dei risultati raggiunti.

Annunci